Super pass, il Governo scopre che anche i vaccinati possono essere positivi, pertanto contagiosi

«Il governo non ha creato una black list di persone vaccinate ma poi infettate dal Coronavirus. La conseguenza di questa mancanza è che il Super Green Pass di chi è positivo non viene sospeso come prevede la legge. E’ lo stesso Esecutivo ad ammetterlo», si legge su Affari Italiani. Pertanto il Governo ammette, finalmente, che anche i vaccinati, con tanto di Super Green pass, possono essere positivi, pertanto contagiosi.

«A quanto si apprende da fonti di governo, – si legge sul Fatto Quotidianoil ministero, che sta spingendo per una norma a livello europeo, sarebbe pronto ad attivare in Italia il sistema di revoca per positività del Green Pass, in attesa che il Garante per la privacy si pronunci».

«Il Pass – prosegue il Fatto – anche nella versione Super, ha dunque un baco: non viene revocato in caso di infezione. Eppure il Dpcm del 17 giugno 2021 (norma recepita dai successivi decreti convertiti in legge) prevedeva esplicitamente la possibilità di revocare il certificato ‘in caso di nuova positività accertata dopo avvenuta vaccinazione o guarigione’. L’azienda sanitaria locale di riferimento avrebbe dovuto comunicare il codice identificativo del pass del positivo per inserirlo poi in una black list. Adesso anche il governo si è reso conto dell’errore e prova a correre ai ripari. ‘Il ministero della Salute – informa l’Ansa – sta lavorando per attivare la temporanea revoca del Green pass alle persone che, già in possesso del certificato verde, risultino in seguito positive al Covid’».

Un’ulteriore dimostrazione che il pass discriminatorio non ha alcuna valenza scientifica.

 

Un pensiero su “Super pass, il Governo scopre che anche i vaccinati possono essere positivi, pertanto contagiosi

  • 11 Dicembre 2021 in 12:00
    Permalink

    ma il punto è un altro, ed è quanto mai grave. se il garante della privacy acconsentirà, il governo avrà diritto non solo a concederti ma anche a revocarti i diritti attraverso un QR code che si era detto non veniva registrato in nessun database e aprendo la strada a un futuro che non voglio nemmeno pensare.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.