L’Italia è il Paese in Europa dove si paga di più l’elettricità

Rispetto a un anno fa il prezzo nel nostro Paese è quadruplicato. Il costo è superiore di 48 euro rispetto Spagna e Portogallo, 17 euro in più della Germania e 9 euro più della Francia

L’Italia è il Paese che paga di più in Europa l’elettricità. Oggi le quotazioni, complice anche il calo (momentaneo) del prezzo del gas, si attestano a 256,32 euro per Mwh. Paghiamo 48 euro in più di Spagna e Portogallo (208 euro/MWh), 17 euro più della Germania (239 euro/Mwh), 9 euro più della Francia (247 euro/mwh).

La settimana scorsa (da lunedì 29 novembre a domenica 5 dicembre) il prezzo è stato ancora maggiore. Il Gme ha registrato un prezzo medio di acquisto dell’energia elettrica (PUN) pari a 264,25 euro/MWh (+7,96 euro/MWh, +3,1% rispetto alla settimana precedente).

I prezzi medi di vendita sono variati tra 245,81 euro/MWh di Calabria e Sicilia e 269,92 euro/MWh del Nord. Rispetto a un anno fa il prezzo in Italia è quadruplicato. Infatti a dicembre 2020 il prezzo medio di acquisto era pari a circa di 58,70 euro/MWh. Leggermente superiore a quello del 2019 quando si attestava a circa 50 euro/MWh.

Agi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.