Galli: «A Natale mascherine anche in casa». Meglio se anche di notte: il virus non dorme mai…

«In famiglia a Natale bisognerà stare molto attenti: quando si incontrano ragazzi in età scolare o bambini più piccoli con i nonni più fragili ed esposti al virus, anche se vaccinati, il rischio aumenta». Serve prudenza durante le festività, secondo Massimo Galli, che in un’intervista al Mattino sottolinea che «esiste una quota di vaccinati che per varie ragioni non ha risposto adeguatamente al vaccino e che rischia quando il virus circola di più e rischia soprattutto a causa di chi non si è vaccinato».

Secondo l’infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, durante le feste sarebbe opportuno «usare le mascherine finché si può. E a tavola distanziarsi e non impiegare le stesse posate e gli stessi bicchieri. Arieggiare le stanze, evitare di abbracciarsi, controllare con un tampone chi sembra avere anche un solo e semplice raffreddore. Ricordiamoci – sottolinea – che siamo ancora in mezzo a una pandemia e che bisogna stare attenti anche se siamo vaccinati», si legge su AdnKronos.

Il prossimo consiglio, per non spaventare eccessivamente le persone, sarà d’indossare la mascherina anche durante il sonno: d’altronde il terribile virus e sue varianti, complici, non riposano mai…

Quindi vaccinatevi fino all’ennesimo richiamo, indossate mascherine e guanti; non abbracciate nessuno; fate i tamponi a tutti coloro che incontrate e, se potete, chiudetevi in casa, per vivere a lungo, ma soprattuto sereni.

Si scherza, ovviamente.

Condividi


2 pensieri riguardo “Galli: «A Natale mascherine anche in casa». Meglio se anche di notte: il virus non dorme mai…

  • 7 Dicembre 2021 in 12:31
    Permalink

    Adesso anche un indagato per aver truccato un concorso universitario ci viene a dire come comportarci con i nostri piu’ cari affetti.Ma come si permette?

    Rispondi
  • 7 Dicembre 2021 in 19:02
    Permalink

    Ahahah ahahah periodico. Ma ancora lo intervistano? Ma forse è meglio aggiungere di tenersela anche quando si va a far la deiezione ….. A Torino si dice Boja Fauss da morir dal ridere ……

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *