Mediaset, Berlusconi taglia i costi: addio Studio Aperto, Tg4 e SportMediaset

Il crollo degli ascolti, nonostante gli ingenti investimenti nel corso degli anni, hanno portato il “Biscione” alla svolta

Giravano voci già da diverse settimane, ma ora è ufficiale: Tg4Studio Aperto e SportMediaset chiudono i battenti. Il motivo? Facile. Le news e, più in generale l’informazione, ha dei costi di produzione troppo alti. Inoltre, purtroppo, a fronte degli investimenti economici effettuati dall’azienda in questi anni, non sono arrivati i risultati sperati in termini di ascolti.

Da qui la decisione del patron Berlusconi chiudere i tre settori dell’informazione. A rimanere attivi, invece, Tg5, che si occuperà dell’informazione di Canale 5, e Tgcom24 che, oltre al suo canale “all news” sul digitale terrestre (al numero 51), già da tempo si occupa di produrre “pillole” informative per tutto il gruppo (comprese le emittenti radiofoniche) e non solo, visto che è attivo anche il sito web.

Per quanto riguarda i dipendenti, dalle prime voci sembra che non saranno rinnovati i contratti ai giornalisti assunti a tempo determinato, mentre per gli altri sarebbe prevista una ricollocazione.

Affari Italiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.