Cesena, il tampone gli resta incastrato nel naso: arriva l’ambulanza

Non è andato bene quello che doveva essere un tampone di controllo del coronavirus per un cesenate. Anziché verificare la positività (e la sperata negatività) al virus, l’uomo è dovuto ricorrere al soccorso di 118 e ospedale, scrive il Corriere di Romagna. L’episodio è avvenuto martedì 26 ottobre a Cesena. Impossibile capire se a causare l’infortunio possa essere stata una manovra eccessivamente “robusta” dell’infermiera addetta all’esecuzione dell’esame; o se a metterci lo zampino sia stata una (inattesa) conformazione intricata delle cavità nasali del paziente.

Fatto sta che il “bastoncino” del tampone si è incastrato. E di lì non si muoveva più. Per soccorrere l’uomo è stata fatta intervenire l’ambulanza. Gli operatori del 118 hanno provato inutilmente a rimuovere l’ostacolo. Poi hanno portato l’uomo al pronto soccorso. Qui il paziente, che non era fisicamente in grado di poter neppure indossare la mascherina, con il bastoncino del tampone che spuntava in avanti dal naso, con strumenti otorinolarigoiatrici adatti è stato sollevato dal problema, conclude il Corriere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.