Fisherman’s friend, la titolare lascia in eredità 41 milioni di sterline ai poveri, niente al figlio

Tutto ebbe inizio a fine Ottocento a Fleetwood, una piccola cittadina nel nord-ovest dell’Inghilterra, dal desiderio di un giovane farmacista della famiglia Lofthouse di dare sollievo alla gola dei pescatori del mare del Nord durante i loro lunghi viaggi. Inizialmente con uno sciroppo, trasformato — poi — in piccole e pratiche caramelle al sapore di liquerizia, mentolo e eucalipto, da tenere nel palmo di una mano: le Fisherman’s Friend. Un’idea, «da togliere il fiato».

A trasformare il progetto familiare in un business mondiale fu Doreen Lofthouse. Scomparsa a marzo all’età di 91 anni, la donna — erede della dinastia — ha lasciato tutta la sua fortuna (41 milioni di sterline) a un ente di beneficenza che mira a sviluppare proprio Fleetwood, come si legge sulla BbcNel testamento, Lofthouse — rimasta vedova nel 2018 — ha pensato anche a ringraziare per il lavoro domestici, segretarie e giardinieri, ai quali sono state lasciate un totale di 300mila sterline. I suoi gioielli sono, invece, andati alla moglie del figlio Duncan. L’unico a non essere contemplato nell’eredità, nonostante sia alla guida dell’azienda di famiglia.

Qualche curiosità? A 15 anni Doreen abbandonò gli studi e iniziò a lavorare come commessa. Originariamente sposata con Alan Lofthouse — un discendente del fondatore dell’azienda, James Lofthouse —, dopo il divorzio Doreen si risposò con Tony Lofthouse, figlio del fratello del suo ex marito (e quindi nipote di Alan, ndr), 14 anni più giovane di lei e attivo nell’azienda. Ha sempre dimostrato una grande attenzione per la sua cittadina, investendo milioni di sterline nel suo sviluppo: dal potenziamento dell’ospedale cittadino all’installazione di una statua nella via principale della città, come ricorda il Sun.

di Silvia Morosi – Il Corriere della sera – Foto Twitter Fisherman’s Friend

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.