Green pass, la vicequestore Schilirò sospesa dal servizio

È stata sospesa in via cautelativa Nunzia Alessandra Schilirò, la vicequestore aggiunta della Criminalpol nota per il suo intervento da libera cittadina nel settembre scorso in piazza del Popolo a Roma.

Il provvedimento di sospensione dal servizio e dalle funzioni di poliziotta le è stato notificato ieri, oggi entrerà in vigore. Lo ha precisato la stessa Schilirò sui propri canali social.

La dirigente ha fatto anche sapere d’aver revocato l’iscrizione al neonato sindacato COSAP.

Ha scritto ieri su Facebook

«Qualcuno non vedeva l’ora di dare la notizia… Dato che la fonte non sono io, vi è un’imprecisione. Sarò sospesa da domani, non da oggi. Da oggi ho revocato la mia iscrizione al sindacato COSAP e, a giorni, conoscerete tutte le motivazioni…».

Dopo gli scontri avvenuti durante la manifestazione di sabato a Roma, Schilirò aveva chiesto «come cittadina e sindacalista» l’immediata «punizione dei poliziotti che hanno picchiato i manifestanti senza alcuna provocazione», sostenendo che la «violenza è inammissibile da qualsiasi parte provenga».

Inoltre ha fatto sapere

«Avevo raccomandato a tutti gli amici e colleghi di allontanarsi al primo segnale di provocazione e di stare molto in guardia, perché era probabile la presenza di gruppi che nulla avevano a che vedere con lo spirito pacifico che animava la manifestazione».

E precisa

«Temevo che le tante persone oneste presenti in piazza fossero strumentalizzate da chi utilizza metodi che io non condivido. Ciò non toglie che chi ha usato violenza debba esserne chiamato a rispondere, come ho già ripetuto».

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *