Delirio di Letta: pugno di ferro su chi mette in discussione il vaccino, sì all’obbligo

Enrico Letta dice sì all’obbligo vaccinale per tutti. Il delirio del leader del Partito democratico cresce a seguito delle manifestazioni No Green pass a Roma di sabato 9 ottobre, quanto la devastazione della sede nazionale di Cgil ha attirato le critiche di tutto il Centrosinistra italiano. Per il politico “Non bastano il buon senso e il Green pass”, ma serve calare il pugno di ferro su tutti quelli che mettono in discussione il vaccino contro il Covid19.

«Forse bisogna arrivare all’extrema ratio…»

Il commento del leader del Partito democratico Enrico Letta è arrivato a seguito dei disordini nati in seno alla manifestazione No Green pass a Roma. Un’escalation delle tensioni tra manifestanti e Forze dell’ordine che ha portato ad arresti e feriti, nonché alla distruzione della sede del sindacato Cgil da parte di un gruppo indefinito di assalitori legati al partito Forza nuova. Già nelle ore precedenti il segretario Pd era stato duro nei confronti dei violenti, affermando che “È ora di scogliere Forza Nuova”: una proposta che ha già accolto il favore dei suoi colleghi, che promettono di avanzare la proposta in Parlamento lunedì 11 ottobre.

Letta ha parlato ai media nazionali direttamente dalla sede di cgil, dove si è tenuta una manifestazione di solidarietà alle persone colpite dal raid di ieri, sabato 9 ottobre: “Se non sarà possibile gestire con buon senso l’obbligo di Green pass, e la tensione che si è creata lascia intendere che questo buon senso non è sufficiente, allora forse bisognerà finire all’extrema ratio dell’obbligo vaccinale, ho sempre pensato che si dovesse fare tutto il possibile per evitare di arrivare lì in fondo però effettivamente l’extrema ratio c’è”.

“Bisogna che non ci sia alcuna forza politica che legittima queste violenze”, ha continuato Enrico Letta parlando dell’attacco alla Cgil. “Questa situazione è nata perché sono mesi che ci sono ambiguità su questi temi”, ha continuato, puntando il dito contro il Centrodestra. “La Meloni, dice per fare un esempio, oggi non parlava da un posto qualunque ma da Madrid, dal Congresso di Vox, il partito neo franchista, tenuto a bada dal resto del sistema, un partito che vuole rilanciare il regime franchista. Meloni era lì ed era ospite d’onore”.

Il Giornale d’ItaliaImmagine LaPresse

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *