Luino (VA), barista: «Green pass? No, grazie. Noi vogliamo la libertà»

«Green pass? No, grazie. Noi vogliamo la libertà». È quanto scritto su un cartellone all’interno di un bar di Luino in provincia di Varese. In collegamento a Pomeriggio CinqueAntonello il proprietario del locale che si oppone al certificato verde spiega le sue ragioni: «Il mio compito è quello di fare il caffè, non di controllare il Green pass. Non capisco – continua – perché non è necessario il Green pass per consumare al bancone, ma lo è per sedersi all’interno. È assurdo».

Antonello e la moglie si sono scontrati in studio con gli analisti del programma pomeridiano di Canale 5. Entrambi non vaccinati, perché dichiarano di aver contratto il Covid, sono molto decisi sulla questione e non sembrano intimoriti dalla possibilità di poter ricevere delle sanzioni. «Nel mio locale l’80 per cento delle persone non è vaccinato: non devo essere io a dire loro di vaccinarsi, cosa faccio, chiudo il locale? Non sono un poliziotto», conclude Antonello.  

Tgcom24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.