Bankitalia: nuovo record del debito pubblico, nonostante i governi di quelli «capaci»

Nuovo record del debito pubblico italiano. A giugno, secondo le rilevazioni della Banca d’Italia nella pubblicazione sulla Finanza pubblica, il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di circa 9,2 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.696,2 miliardi.Il fabbisogno (15 miliardi) e l’effetto di scarti e premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio (che hanno complessivamente aumentato il debito per 0,9 miliardi) hanno più che compensato la riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (6,8 miliardi, a 84,4) fa sapere l’Ansa.

Si susseguono governi – non sanciti da votazioni – formati da quelli «bravi, esperti e capaci», che hanno come obiettivo i tagli sociali per ridurre il debito, e nonostante i provvedimenti di questi «fenomeni» il debito pubblico continua crescere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *