Stretta sui monopattini: no ai minorenni, limite 30km/h e obbligo casco

monopattini sfrecciano da tutte le parti nelle città e si trovano parcheggiati ovunque. Per questo si sta pensando di mettere a punto un quadro di regole che è ora all’esame della Commissione Trasporti alla Camera. L’obiettivo sarebbe quello di dar vita ad una legge ad hoc che introduca alcuni limiti come, per esempio, l’obbligatorietà del casco, la possibilità di farlo guidare solo ai maggiorenni e il limite di velocità fissato a 30 km orari rende noto Quotidiano Nazionale.

Amati da Toninelli e grillini, i monopattini sono approdati nelle nostre città poco prima che tutto si fermasse per il primo lockdown, quello di marzo-aprile 2020. Ora, questi mezzi che ricordano l’infanzia ai centenari, necessitano di una regolamentazione. Tra i punti cardine della proposta di legge – del deputato di Forza Italia Roberto Rosso, con relatrice Elena Maccanti della Lega – ci sono l’introduzione del limite di velocità a 20 chilometri orari (su piste ciclabili) e di 30 km orari sulle strade urbane (nelle aree pedonali massimo a 6 km orari); il marciapiedi diventa off limits: vanno portati a mano; niente più sosta selvaggia; e a condurli potranno essere soltanto maggiorenni.

Codacons: “Finalmente”

Piena condivisione del Codacons sulle nuove regole in tema di monopattini allo studio della commissione Trasporti alla Camera. «Da due anni chiediamo di adottare misure per incrementare la sicurezza stradale e tutelare l’incolumità di chi usa i monopattini – afferma il Codacons -. Nel settore regna infatti il far west anche a causa della carenza di norme nazionali che regolamentano l’utilizzo di tale mezzo di locomozione sempre più frequente sulle nostre strade».

In particolare il Codacons chiede non solo di vietarlo ai minori e rendere il casco obbligatorio per tutti gli utilizzatori di monopattini – anche in considerazione di un recente studio condotto negli Usa e pubblicato da JAMA Surgery che ha rivelato come i monopattini elettrici risultino più pericolosi delle biciclette e fanno aumentare il rischio di traumi e incidenti -, ma anche di introdurre l’obbligo di copertura assicurativa per tali mezzi, al pari di ciclomotori e automobili. Queste misure di buon senso, se attuate prima, avrebbero potuto evitare incidenti e feriti a bordo di monopattini, e scongiurare le tragedie registrate negli ultimi anni sulle strade italiane – afferma il Codacons, conclude il Quotidiano Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *