A Gates pure la tecnologia militare italiana. Accordo Leonardo-Microsoft e intrighi tra intelligence e pandemia

Quando i settori chiave di una nazione – e di conseguenza di una società – vengono blindati all’interno di accordi internazionale di lungo periodo l’orientamento politico di quel paese diventa di fatto secondario. Ebbene l’Italia vede due ambiti di primaria importanza come sanità e difesa ormai controllati da Big Pharma e Big Tech che fanno capo sempre al solito Bill Gates.

L’accordo siglato a fine maggio tra la Microsoft Corporation del guru IT americano e la Leonardo spa, la corporation delle armi controllata dal governo italiano ma partecipata da fondi stranieri tra cui il famigerato Black Rock, segue la china di un progetto politico tra Roma e Washington di completa matrice Democratica. Dietro al quale traspare la callida regia del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella (ex deputato PD) e del presidente degli Stati Uniti d’America Joseph Biden, in un intreccio di poteri forti del cosiddetto Deep State che mirano al consolidamento del Nuovo Ordine Mondiale.

Ma ciò che è peggio, appare nato all’ombra degli intrighi tra profezie della pandemia ed intelligence USA perché l’appello ad un maggiore utilizzo dell’Intelligenza Artificiale nel campo militare giunse proprio dal Nord America nell’autunno 2020, prima delle controverse elezioni che estromisero il presidente repubblicano Donald Trump. Fu lanciato da un dossier scritto dall’avvocatessa Avril Haines che i lettori dei reportages WuhanGates sulla pandemia e sul virus SARS-Cov-2 costruito in laboratorio ben conoscono.

Haines, Democratica fin dai tempi in cui era portaborse di Joseph Biden al Congresso, infatti, non solo nel 2018 in una conferenza a Camdem profetizzò una catastrofica epidemia da CoronaVirus affrontabile solo da un nuovo “ordine mondiale”, ma fu anche la protagonista della sospetta esercitazione in merito “Event 201”, tenutasi a metà dell’ottobre 2019 grazie al finanziamento della Bill & Melinda Gates Foundation e del World Economic Forum di Klaus Schan, il teorico del Great Reset.

Questa matassa di intrighi è sfociata nei contratti miliardari sui vaccini antiCovid delle Big Pharma controllate da Gates: grazie ai finanziamenti diretti a Moderna e Biontech e al suo ruolo chiave nella GlaxoSmithKline-GSK che controlla la rete commerciale di Pfizer ma anche attraverso il piano di immunizzazione globale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per i paesi poveri denominato COVAX, gestito dall’Ong GAVi di Gates e amministrato da una ex manager di GSK…

Tutto ciò appare ancor più rilevante nell’affare Leonardo-Microsoft se si considera che Emma Walmsley, CEO di GSK è anche direttore non esecutivo di Microsoft Corporation. Il cerchio del cappio destinato a strangolare la libertà di scelta degli Italiani in campo sanitario e militare si chiude perfettamente. Non per caso.

Per una precisa volontà politica finalizzata al potenziamento della cynersicurezza anche nella Pubblica Amministrazione che di fatto condividerà con la società controllata da Gates (in cui però non è più amministratore dal 2014) tutti i codici di accesso dei PC pubblici come dell’Intelligenza Artificiale militare.

Giova ricordare infatti che il presidente americano Joseph Biden, sponsorizzato in campagna elettorale proprio da Pfizer con cui si è subito sdebitato attraverso donazioni al fondo Covax, il giorno stesso del suo insediamento ha nominato Direttore Nazionale dell’Intelligence USA l’avvocatessa Haines, ex vice direttrice della Central Intelligence Agency e poi vice consigliere della Sicurezza Nazionale della Casa Bianca durante l’amministrazione Obama-Biden, nonché esperta di armi batteriologiche per NTI (Nuclear Threat Iniziative), un’ong USA fondata dal senatore Dem Sam Nunn e finanziata da Warren Buffet, dal 2006 al giugno 2021 grande finanziatore della Bill & Melinda Gates Foundation con 41,5 miliardi di dollari attraverso il suo fondo Berkshire Hathaway.

Forse soltanto per una coincidenza gli esperimenti sui supervirus chimerici ricombinanti (infettati con HIV) proprio durante il periodo alla CIA di Avril Haines furono condotti nei laboratori di Chapel Hill della North Carolina University grazie alla consulenza di scienziati del Wuhan Institute of Virology?

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio – Articolo completo su GospaNews Foto Bloomberg

Condividi


Un pensiero su “A Gates pure la tecnologia militare italiana. Accordo Leonardo-Microsoft e intrighi tra intelligence e pandemia

  • 11 Settembre 2021 in 1:48
    Permalink

    TUTTO IL MONDO DOVEREBBE INSORGERE CONTRO QUESTI MATTI DI POTERE E A NOI CI AN PRESO PER CAVIE O SEMPRE SAPUTO DI CHE PASTA SIETE FATTI I VOSTRI FIGLI LI FATE VACCINARE COME SE FOSSERO TOPI SIETE IL TERRORE DEL PIANETA TERRA SIETE DEI MATTI PERICOLOSI TUTTO IL MONDO SCENDESSERO NELLE PIAZZE E URLARE VENDETTA SOTTO PROCESSO

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *