Fauci, il “Virologo stregone”: rischiamo variante più pericolosa della delta

Il virologo americano Anthony Fauci ha avvertito che se l’aumento dei casi di Covid-19 negli Usa continua senza sosta in autunno e in inverno, il Paese dovrà fronteggiare una nuova variante del coronavirus che potrebbe essere peggiore della Delta e, per di più, resistente ai vaccini. In un’intervista a mcclatchydc.com, il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases ha quindi ribadito l’importanza di fermare la corsa del virus attraverso la vaccinazione, riporta RaiNews.

C’è da domandarsi come facciano questi “scienziati” a prevedere le caratteristiche di un virus in continua mutazione – famiglia dei coronavirus -. Ormai siamo abituati a leggere e sentire di tutto: imminenti stermini dovuti agli assembramenti per i festeggiamenti dell’Italia agli Europei; varianti che dovrebbero eliminare la popolazione mondiale che poi, in pratica, si rivelano semplici raffreddori; reparti di terapia intensiva stracolmi di malati Covid – un’altra enorme falsità, documentabile – e farmaci genici sperimentali che non avrebbero effetti collaterali e consentirebbero di vivere come persone “libere” e felici. Perché, come ha detto Mario Draghi, muoiono le persone non vaccinate, pertanto «nessuna correlazione» per ipotetici decessi da siero anti Covid.

Delle altre patologie non se ne parla. Quindi consigliamo, caldamente, ai giovani diplomati l’iscrizione alla facoltà di medicina. Oggigiorno non è poi così difficile fare il medico, esiste soltanto una malattia, tra l’altro incurabile, secondo Speranza. Pertanto, una volta laureati, sarà sufficiente prescrivere «Tachipirina e vigile attesa» e consigliare il «siero dell’immortalità» oltre all’accessorio molto trendy: la mascherina.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *