Covid-19Più letti

Chat di medici: “I vaccini generano infezioni da Covid e cardiopatie, siamo minacciati, non possiamo dire la verità”

Circolano in Telegram dei messaggi estratti da chat di medici. Oggi è stato pubblicato lo sfogo di un operatore sanitario in forma anonima, vista la situazione: “È dura restare a lavorare in queste condizioni, siamo sfiniti. Troppe verità scientificamente provate non dette. È proibito emettere i dati dei nuovi contagiati... La maggior parte sono vaccinati. Sono aumentati gli arresti cardiaci, le miocarditi, le dissecazioni arteriose e ti parlo non per sentito dire ma perché vedo con i miei occhi. I medici di base sono stati minacciati dallo Stato di venire radiati se emettono certificati di differimento dal vaccino per patologie. Questa cosa che iniettano non è un vaccino e non ti protegge dall’infezione, anzi!

Non abbiamo la certezza della fonte di questa dichiarazione, tuttavia non è il primo messaggio, estratto da chat gestite da operatori sanitari, che rende noto imposizioni per chi opera nel settore. Sappiamo per certo – molti medici non rilasciano dichiarazioni pubbliche per timore d’essere radiati – che la sanità è gestita in modo dispotico: green pass e obbligo vaccinale sono due prove tangibili.

37 pensieri riguardo “Chat di medici: “I vaccini generano infezioni da Covid e cardiopatie, siamo minacciati, non possiamo dire la verità”

  • Voglio dire coloro che definisco INVASATI e che pensano che il green pass sia il metodo per tornare a vivere liberi, che nel preciso momento in cui è stato dimostrato che anche i vaccinati si contagiando, e quindi contagiando a loro volta, tutta questa farsa deve decadere all’istante e non ha più alcun senso. Mi preoccupo piuttosto per i non vaccinati, che possono essere contagiati dai PURI che si sono vaccinati per poter andare in vacanza o in pizzeria, fregandosene poi altamente di mascherina e distanziamento ecc.. perche tanto loro sono a posto con l’obbligo di legge: hanno pagato l’obolo e quindi…..
    Stiamo molto attenti a chi si sente un PURO !!!!@

    Rispondi
  • Pingback: Chat di medici – siamo minacciati, non possiamo dire la verità – My WordPress

  • Pingback: Chat di medici: “I vaccini generano infezioni da Covid e cardiopatie. Siamo minacciati e non possiamo dire la verità“ - Catania CreAttiva Blog & Web Radio/TV

  • stiamo parlando di” vaccino “antipolio non di farmaco sperimentale..mi meraviglio che una persona che lavora in campo infiermeristico nn conosca questa differenza…..

    Rispondi
  • tu sei una poveretta mentecatta che ha come fonte gli idioti stile Zingaretti e parli perchè hai la bocca… siete dei delinquenti e pagherete. No che non c’è da ridere …avete fatto strage di vite con sta farsa del covid. Dio vi fulmini … ma lentamente.

    Rispondi
    • “avete fatto strage di vittime” definiamo questa frase. Avete chi? ok facciamo finta la sinistra benpensante. Per quale motivo la strage è colpa loro se non è stato il covid ad ucciderle? Perchè ricoverate per una malattia inesistenze ed inevitabilmente morte perchè avvelenate dai medici, burattini di un sistema corrotto? Fatemi capire questa argomentazione per favore.

      Rispondi
  • Pingback: Facebook ci ha nuovamente censurati per 30 gg. | La PekoraNera

  • Quale alternativa..morire di covid. Se i nostri genitori non ci a essero vaccinati noi probabilmente saremo menomati dalla polio o morti per altre malattie infettive
    Sono un infermiera in reparto Covid e vi assicuro che non c’è da ridere e grazie a Dio sono vaccinata Pfitzer…. sarebbe bene valutare bene la fonte prima di diffondere …

    Rispondi
    • sembrerebbe che esistano parecchi dottori che grazie alle cure domiciliari, spendendo poco e non intasando gli ospedali, riescano a guarire i malati di Covid. Lo Stato lo sa ma non li prende in considerazione. Per come la penso io, se fosse un problema sanitario, dovrebbe interpellarli e chiedere come hanno fatto e SPERIMENTARE le loro cure, visto che si sta sperimentando la terapia genica

      Rispondi
    • Da: Il Sofista
      Caro italiano,
      Se incontri un non vaccinato, c’è una probabilità del 99% che egli non sia positivo al Covid.
      Ogni giorno, su numeri di tamponi elevatissimi, la percentuale di positivi è intorno all’1%.
      Se anche egli fosse positivo, la possibilità che ti contagi dipende dalla sua carica virale.
      Se si tratta di un asintomatico o di un sintomatico lieve, come tutti i positivi in giro – posto che i malati gravi non usano andare in giro – la sua carica virale sarà bassa e il contagio difficile.
      All’aperto, le probabilità sono zero.
      Al chiuso sono basse, e praticamente zero se la persona in questione non è in tua compagnia e si tiene a più di un metro di distanza da te.
      Immaginiamo adesso che, nonostante la difficoltà di essere contagiato, tu per un tempo prolungato avvicini la tua faccia a questa persona mentre sputacchia.
      Quante probabilità hai a questo punto di non ammalarti, qualora diventi positivo?
      Il 95%.
      È questa la percentuale di persone positive che non si ammalano, o perché restano portatori sani (totalmente asintomatici) o perché sviluppano sintomi insignificanti (raffreddore e mal di gola).
      E quante probabilità hai, una volta acquisita la positività, di sopravvivere?
      Il 99,7%.
      I dati mondiali dicono che la letalità del virus non va oltre lo 0,3%: la percentuale dei positivi che guariscono è del 99,7%.
      Prima di lasciarti, ti ricordo una cosa: tutte le percentuali riportate sopra non distinguono tra vecchi e giovani.
      Ma l’età media di chi muore è di 83 anni, la stessa del fine-vita naturale.
      Non solo, i vecchi che sono morti avevano in media almeno altre due patologie in aggiunta alla positività (che, come ormai avrai capito, di solito non dà alcuna patologia).
      Insomma, le probabilità che diventando positivo tu muoia, se non sei in tarda età e non hai svariate patologie, sono in realtà di gran lunga inferiori anche a quel piccolo 0,3%.
      Per completezza, ti ricordo ancora che le comuni influenze stagionali hanno letalità intorno allo 0,1/0,2%.
      La domanda è: considerato tutto ciò, ti sembra giusto equiparare un non vaccinato a un «infetto»?
      Ti do un ultimo dato per aiutarti a rispondere.
      I vaccinati, pur avendo scarse probabilità di ammalarsi in forma grave, possono veicolare il virus sia come portatori sani che come malati lievi.
      Sono cioè nella identica condizione dei positivi non vaccinati che puoi incontrare al bar: o asintomatici o malati di raffreddore (nessun malato grave, ti ripeto, è solito andare in giro a fare aperitivo).
      Bene, ora che sai tutto, non ritieni che far dipendere la libertà di movimento dei tuoi concittadini da un’autorizzazione di Stato, sia un crimine contro la democrazia e quindi anche contro di te?

      Rispondi
      • ok ma perchè devo pagare per chi finisce in terapia intensiva, ci sta qualcosa come 30 giorni e forse poi muore pure, solo perchè ha deciso di non vaccinarsi?

        Stesso discorso esteso a fumatori, alcolisti, grandi obesi e altro eh. La tutela sanitaria prescinde un po’ il libero arbitrio forse.

        Tutto il ragionamento di prima fila liscio a patto che in quella casistica intorno al 1% di contagiarsi (molto rosea perché tutto sto discorso si sta basando su fondamenti di statistica completamente inesistenti visto che non è 1% l’incidenza del virus, quanto in numero di tamponi positivi rispetto al totale fatto) e di questo lo 0,3% di morire. Ma facciamo finta che i numeri siano a favore della teoria del “è solo influenza”, rimangono circa 16.800 persone che sicuramente potranno morire male. Chi paga le cure di queste? Tenendo conto che abbiamo 2500 posti in terapia intensiva occupabili e che comportano che vengano sottratte risorse e posti letto alle altre patologie.

        Bene. Se non sei vaccinato e ti ammali muori a casa senza aiuto dello stato, può essere un buon compromesso? Così allora la corrente anti-vaccinista non la critico, ma avere la pretesa della libertà e anche la tutela per la propria libera scelta a prendersi un rischio di questo tipo mi sembra eccessivo.
        Ragionate su questo. E non tirate in ballo i numeri finti perché è un discorso che non sta in piedi. Basta parlare con un qualsiasi operatore sanitario per capire che le terapie sono state piene per davvero e considerate che, non lo dicono, ma è morta tantissima gente a casa, senza le cure perchè non c’era spazio per tutti.

        Rispondi
    • ah certo che se si seguono dei protocolli di vigile attesa e tachipirina tanto bene uno non se la cava, intubarli poi…ci sono stati medici che han curato con successo senza perdere neanche un paziente, medici che si son messi a diposizione sui social per aiutare le persone e il dottor De Donno ha dimostrato come la sua cura funzionava pure con i malati seri,perchè non è stato sostenuto dai colleghi? perchè l’avete lasciato solo?e questo non è un vaccino ma una terapia sperimentale genica, ora lo sanno anche i sassi,ma voi tacete e ubbidite a qualsiasi cosa.

      Rispondi
    • Nessuno è mai morto dinacovid. Infatti se leggi i sito ufficiali vengono catalogati come “morti positivi al tampone covid ” che è un altra cosa per chi conosce l italiano.

      Per la polio stava già esaurendo da sola tanto che Sabin è morto senza capire se la polio fu debellato per il suo vaccino o estinta da sola.

      Marco

      Rispondi
    • Falso!! Ciò che state facendo, non è un vaccino. Nessuno ha identificato al sarscov2, I test sono farlocchi e così via facendo. Alcuni, di alto rischio, non abbiamo avuto un raffredore, merito alla Covid, in due anni, e se lo abbiamo, ci faremo curare con lo stesso che ci hanno datto durante anni per le pneumonie (ne ho avuto parecchie)… CHE I POLITICI IMPONGANO UN BRODACCIO SPERIMENTALE FORMA PARTE DEL GENICIDIO IN CORSO, CHE A VOLTA SUA, FORMA PARTE DELLE FINTE PANDEMIE AVUTE NEGLI ULTIMI 35 ANNI. PER NON PARLARE DELLE TERAPIE OMICIDIARIE IMPOSTE AI MEDICI PER “CURARE” LA COVID, MA GUARDA UN PÒ, TUTTI MORTI O CON DELLE SEQUELLE A VITA. VAI A CERCARE TE AL SARS COV2, CHE TI ASPETTA UN PREMIO MILIARDARIO!!

      Rispondi
      • Peppa, senza volerti convincere che mi sembri sicura di quello che dici, ti faccio una domanda: hanno vaccinato 5.3 miliardi di persone. Di cui 2.1 MILIARDI con dose completa.

        E’ in atto una strage secondo te?
        Parenti o amici MORTI dopo il vaccino? Ne senti parlare personalmente? (anche chiacchiere da bar, non vogliamo la notizia sui quotidiani nazionali).

        Fatti ste domande e forse capirai che per quanto brodaccio sperimentale, a questo punto della somministrazione siamo tranquillamente nel campo del “prodotto testato” ed attualmente è più sicuro dell’utilizzare la crema solare X perchè testata su un numero di campioni di gran lunga inferiore.

        Saluti

        Rispondi
    • Bhe i dati statistici dicono che ogni anno muoiono centinaia di milioni di persone nel mondo, e pensi un po’ il covid nonostante sia un virus così pericoloso, ne ha uccisi meno!

      Rispondi
    • Ma davvero credi che il vaccino perlapolio si possa paragonare a questo? Dubito che tu sia un’infermiera….

      Rispondi
    • Sei un’infermiera?? Stiamo proprio in buone mani se un’infermiera non conosce la differenza tra un vaccino come quello per la polio e il farmaco genico che stanno sperimentando contro il Covid … la malattia stessa non è certo paragonabile alla polio o alla TBC, visto che ha una mortalità praticamente pari a ZERO negli individui sani ed è pericolosa solo per i soggetti molto anziani con patologie pregresse (per i quali qualsiasi infezione, anche il raffreddore, potrebbe risultare letale). Sarebbe bene informarsi almeno su come funziona il “vaccino” che ti sei fatta fare, prima di commentare …

      Rispondi
  • La parola che volevo dire è aunerisma

    Rispondi
  • Dopo il secondo vaccino pfizer mi è stato riscontrato un sospetto annerisca se è colpa del vaccino che il governo ci impone con la forza come la mettiamo. Chi mi dice che L Aifa e. L ema hanno svolto il loro lavoro con coscienza e serietà

    Rispondi
    • Buongiorno Mariapia,
      purtroppo l’EMA l’ente “europeo” delle medicine (di noi cittadini) nel budget 2020 di 358 milioni di euro, è coperto per 307 milioni (l’84%) da contributi delle case farmaceutiche e appena di 51 milioni di euro da fondi dell’Unione Europea.
      Fonte il giornalista Mario Giordano nel suo libro (Sciacalli, virus, salute e soldi – Mondadori) .
      Di fatto il Controllato “BIG PHARMA” controlla il controllore EMA e ne influenza ogni singola decisione sui farmaci da immettere nel mercato europeo.

      fonte : https://www.fedaiisf.it/chi-finanzia-lagenzia-italiana-del-farmaco-aifa/

      Rispondi
  • Confermo!…. Diversi infermieri e operatori sanitari che conosco mi hanno riferito delle gravi patologie che stanno sviluppando i vaccinati ma non possono deve parlare perché minacciati!… La verità non deve emergere… La parola d’ordine è vaccinare a qualunque costo!!!….

    Rispondi
    • Giusy lavecchia

      Ho fatto una dose di phiser il 23 giugno e dal 24 ho sudorazioni profuse fortissime …ho letto che può essere un effetto del vaccino ….Come fare ? Mi bagno spesso come uscita da una doccia …Passerà?

      Rispondi
      • Ha firmato il consenso ….quindi ……..

        Rispondi
    • Davvero? Chi li minaccia? Stiamo realizzando un film documentario su queste questioni, cerchiamo persone che mostrino anche anonimamente dei documenti veri in cui ci siano raccomandazioni da parte delle autorità a star zitti o simili

      Rispondi
      • Se pure lì facessero vedere, creereste altri dibattiti! Quindi chi ai vuole vaccinare, fatelo pure e vi prendete le conseguenze sia in positivo che in negativo! Chi non so vaccina non gliene frega niente se qualcun vi mette in guardia è per la vostra salute, siccome alla sua lui ci sta già pensando!

        Rispondi
        • Leggete Malattie, vaccini e la storia dimenticata. (Humpryes e Bustrianyk ed. Il leone verde) È uscito prima del Covid maspiega bene le malattie e i vaccini…sconvolgente. I vaccini non hanno curato proprio nulla, quando sono arrivati, il numero dei malati stava già diminuendo o addirittura non ce n’erano più. Tutti i vaccini obbligatori che facciamo per i bambini non servono, se i bambini sono alimentati correttamente ( si parla di paesi sviluppati). Basti notare che quando eravamo bambini noi abbiamo fatto un numero di vaccinazioni obbligatorie molto inferiore rispetto ai bambini di oggi. Questo è successo perché avendo meno nascite, x poter mantenere il fatturato alto, hanno aumentato i vaccini obbligatori.
          Gente informatevi sul web, guarda Report, ascoltate senza pregiudizio, leggete informazioni alternative e DOPO decidete se farvi il vaccino.

          Rispondi
    • Confermo che i medici che conosco, per i casi “dubbi” che conosco, non gli passa nemmeno per la testa di fare segnalazioni di effetti collaterali dei vaccini.
      Anche perché li fanno anche in reparto.
      Perché martellarsi da soli?

      Rispondi
    • Giovanna Felletti

      Non mi sembra vero amor di patria nessuno riesce a dimostrare ciò!!!!!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *