Nadia Urbinati: “Pass vaccinale? Serve pass cognitivo”

”Treno da Bologna diretto ad Ancona: un carnaio. Regione ER non impara dagli errori. Proprio come lo scorso anno. Mi piacerebbe che ci fossero qui i nostri rappresentanti regionali, i membri della giunta e il Presidente. Scommetto che loro hanno maggiori opportunità e altre condizioni di viaggio. Perché non aggiungono treni? Perché non si sono preparati per l’estate? Poi impongono il pass vaccinale! Loro avrebbero bisogno di un pass cognitivo. Hanno appena annunciato che il treno partirà solo dopo che un altro treno speciale sarà messo sui binari. Risultato: avremo un ritardo di 1 ora. Non si erano accorti i geni locali che l’estate è arrivata?’. A bocciare Bonacini, Corsini e Donini è Nadia Urbinati, politologa di livello internazionale e intellettuale dichiaratamente e nettamente di sinistra’. A parlare è Giancarlo Tagliaferri di Fratelli d’Italia che riprende le parole della nota giornalista e accademica romagnola.
‘Non voglio aggiungere altro, se non sottoscriverle dalla A alla Z’ – chiude Tagliaferri.

LaPressa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.