Macerata, barista morto nel letto di casa: il giorno prima aveva ricevuto il richiamo

Pollenza (Macerata), 18 luglio 2021 – Se n’è andato improvvisamente il 53enne Paolo Ruffini, titolare del Bar Ruffini a Pollenza Scalo e padre di tre figlie. Ieri mattina, è stato trovato senza vita a casa, dai suoi familiari che, non vedendolo arrivare al lavoro, si sono insospettiti. Subito i suoi cari hanno allertato il 118, ma gli operatori sanitari, giunti sul posto, non hanno potuto che constatarne il decesso. Il suo cuore ha cessato di battere per un malore improvviso, le cui cause sono da accertare. Il 53enne, la mattina precedente, venerdì, aveva ricevuto la seconda dose del vaccino anti Covid, il richiamo Pfizer. È stata disposta l’autopsia, che dovrebbe essere effettuata all’inizio della settimana, per accertare i motivi precisi del decesso. Solo dopo l’esame, sarà fissata la data dell’ultimo saluto, seguito dall’agenzia funebre Corvatta, lo ha reso noto Il Resto del Carlino.

Foto: Il Resto del Carlino

5 pensieri riguardo “Macerata, barista morto nel letto di casa: il giorno prima aveva ricevuto il richiamo

  • 22 Agosto 2021 in 16:52
    Permalink

    Io ho fatto la 2 dose di Pfizer e dal 13 giugno ho sempre mal di testa nn avendo mai sofferto di mal di testa nella mia vita e se tornassi indietro nn lo rifarei .

    Rispondi
  • 7 Agosto 2021 in 7:50
    Permalink

    Mi dispiace tanto per questo papà. Sono sicura che il decesso sia stato provocato dal vacvino. Naturalmente non lo am metteranno mai. Tante persone sono morte in questo modo e nessuno dice quel che sta succedendo. Continuano a rassicurare diffondendo informazioni incoraggianti sull’efficacia di questo siero intanto un giovane uomo e padre ci ha lasciato. Sono addolorata per lui e la sua famiglia.

    Rispondi
    • 19 Agosto 2021 in 22:23
      Permalink

      Purtroppo ci saranno molti morti questa è una guerra per far strafare il popolo italiani e far ripopolare con stranieri

      Rispondi
  • 5 Agosto 2021 in 13:15
    Permalink

    Questa faccenda avrà una fine…e la fine l’avranno anche i suoi ideatori.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.