Il Movimento 5 Stelle a picco nei sondaggi

Nelle ultime due settimane il M5s ha perso oltre un punto e mezzo (-1,7%) precipitando al 15% dei consensi

In questi giorni sono tante le questioni su cui la politica è tornata a confrontarsi (anche aspramente) e a dividersi. Forse troppe per darne conto in modo esaustivo, nello spazio che ci è concesso, in un solo aggiornamento settimanale. Vediamo allora quali sono le indicazioni principali che emergono dalla nostra consueta analisi dei sondaggi.

Partiamo dalla Supermedia sulle intenzioni di voto, che già a una prima occhiata mostra una novità senz’altro degna di nota: il crollo del Movimento 5 Stelle, che nelle ultime due settimane ha perso oltre un punto e mezzo (-1,7%) precipitando al 15% dei consensi.

Si tratta dell’unica variazione da prendere davvero sul serio, dal momento che quasi tutti gli altri partiti restano sostanzialmente stabili: basta questo a dimostrare come il dato del M5S non sia un’oscillazione statistica casuale, ma la fotografia di una vera e propria crisi di consenso.

Le ragioni di questa crisi sono evidenti, e chiamano in causa lo scontro – durissimo – tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte andato in scena poco più di due settimane fa. È vero che le ultime notizie parlano di una “riappacificazione” tra i due litiganti, che sarebbero giunti a un accordo di massima sul nuovo Statuto. Ma se questa ricomposizione avrà effetti benefici sui consensi dei 5 Stelle lo capiremo solo nelle prossime settimane.

Agi

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *