Prato, 73enne muore facendo una tac poco dopo la seconda dose di vaccino: fascicolo aperto

Morto in seguito a un malore durante una TAC con liquido di contrasto. L’uomo aveva ricevuto la seconda dose di AstraZeneca due giorni prima.

Un uomo è morto mentre faceva una TAC. La tragedia è avvenuta a Prato, a darne notizia è il quotidiano La Nazione. Il 30 giugno Giacinto Oliva, 73 anni di Prato, si era recato all’Alliance Medical, un centro di radiodiagnostica per un esame. Per cause ancora da accertare l’uomo è morto in seguito a un malore mentre stava effettuando una tac con liquido di contrasto. Sul posto sono intervenuti tempestivamente i sanitari del 118, ma i tentativi di rianimarlo sono stati inutili. Poco dopo sono sopraggiunti i carabinieri che hanno subito informato il magistrato di turno Laura Canovai.

La Procura di Prato ha disposto l’autopsia sul corpo dell’anziano. Un accertamento utile per capire cosa abbia provocato il malore e se ci sia una relazione con il liquido di contrasto che gli era stato iniettato. Dai primi accertamenti è emerso che l’uomo due giorni prima aveva ricevuto la seconda dose del vaccino AstraZeneca.

Oltre ad accertare l’eventuale correlazione tra il liquido di contrasto e il malore, l’autopsia dovrà quindi verificare anche un’eventuale correlazione tra la seconda dose del vaccino e l’infausto evento.

GaspNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.