Il figlio sta male dopo il vaccino Pfizer, la scoperta del farmacista: ecco cosa dicono le analisi

Un’altra storia diventata virale che crea preoccupazione sugli effetti collaterali dei vaccini. Sta girando a mille tra chat e web il post scritto su Facebook da un farmacista barese, Francesco Capezzuto, che ha accompagnato il figlio a vaccinarsi e ha scoperto cosa c’era dopo la spossatezza prolungata per giorni accusata dal ragazzo.

“Mi sento in dovere da genitore prima e da farmacista poi – ha scritto il farmacista – di informare giovani e meno giovani su quanto successo a mio figlio quasi 18enne. Dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer, ha accusato a distanza di tre giorni, fortissima spossatezza, tanto da avere difficoltà a camminare”.

Reazioni di questo tipo si sono registrate in molte persone e spesso tra i giovani. Ma Capezzuto ha voluto approfondire la questione. Arrivando a una scoperta a dir poco preoccupante. “Grazie ad un amico medico abbiamo fatto un controllo di un enzima cardiaco, a cui, sinceramente, non avrei mai pensato. La troponina. Questo insieme ad altri, evidenzia la presenza di  eventuale miocardite, patologia da non sottovalutare”. 

Il farmacista chiude così il post: “Senza raccontare l’iter personale, tengo a sollecitare controlli simili, qualora si presenti spossatezza prolungata, con tendenza al peggioramento. Tra tanti articoli letti, uno in particolare evidenzia con chiarezza tale effetto, in soggetti maschi tra i 16 e i 18 anni, dove la statistica parla di un caso ogni 3000. Degno quindi di nota”.

Il Tempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *