AstraZeneca, donna di 49 anni muore a Crotone dopo il vaccino: gravissima da 21 giorni

CROTONE – Una donna di 49 anni, di Verzino, Anna Biafora, imprenditrice agricola, è morta nell’ospedale di Crotone dove era ricoverata da 21 giorni nel reparto di rianimazione dopo che, a fine maggio, era stata vaccinata con AstraZeneca. Il suo caso è stato segnalato all’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco. Sarà adesso l’autopsia a dover spiegare i motivi del decesso. La famiglia della donna, infatti, ha presentato denuncia contro ignoti in modo che la Procura della Repubblica di Crotone possa accertare le cause che hanno portato alla morte ed individuare eventuali responsabilità.

Anna Biafora era stata vaccinata con AstraZeneca il 30 maggio scorso nel centro allestito dall’Asp alla Croce Rossa di Crotone. Dopo nove giorni si era recata in ospedale. I familiari chiedono che sia fatta chiarezza sul perché sia stato somministrato l’AstraZeneca ad una donna di 49 anni, se siano state vagliate le sue patologie e se abbia ricevuto le adeguate cure al suo arrivo al Pronto soccorso dell’ospedale. Anna Biafora era stata portata una prima volta al pronto soccorso lo scorso 7 giugno con un forte dolore allo stomaco ed era stata rimandata a casa con una diagnosi di gastrite. Al pronto soccorso la donna è tornata anche il giorno successivo ed è stata quindi ricoverata finendo poi in rianimazione.

QuiCosenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.