Sanità, protesta all’Aifa per situazione precari

Acque agitate all’Aifa dove, riporta il quotidiano La Verità, il ministero della Salute starebbe per mettere alla porta circa 80 precari che denunciano di essere stati “buttati fuori dopo anni di lavoro”. “Alla fine del mese – aggiunge il giornale – l’Agenzia italiana del farmaco, si appresta a lasciare senza impiego farmacisti, medici, assistenti amministrativi e funzionari giuridici” mentre l’annunciato concorso “penalizzerà chi è stato operativo”.
“Il ministro Speranza non ci ha voluto mai incontrare – riferisce uno dei precari a rischio – abbiamo potuto parlare soltanto con dei rappresentanti del Ministero inviati dal suo capo di gabinetto Goffredo Zaccardi, il quale, chissà per quale motivo – aggiunge – ci vede come il fumo negli occhi e nei nostri confronti, fin dall’inizio, ha sempre avuto un atteggiamento molto negativo”. Gli stessi precari Aifa fanno presente di lavorare ormai anche da 12 anni con contratti precari eppure il 30 giugno i contratti a termine scadranno e i lavoratori verranno rimandati a casa anche se questo, scrive La Verità, a detta di tutti, “compresi i loro responsabili, potrebbe causare un danno non marginale all’Aifa stessa, tanto più in un momento come questo, in cui il ruolo dell’Agenzia è di primaria importanza”.

Askanews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.