Morto candidato sindaco Roma: partecipò alla sperimentazione del vaccino

Claudio Puoti è morto d’infarto, era il candidato Sindaco per il Partito Comunista alle amministrative di Roma.
“Una notizia tremenda. Purtroppo questa notte il nostro ‘sindaco’ Claudio Puoti è mancato per un infarto”. Sono le parole scritte dal segretario del Partito Comunista Marco Rizzo che, nella mattinata di ieri, ha dato la notizia della morte del loro candidato a sindaco di Roma Claudio Puoti. “Il mio dolore è assoluto – ha scritto Rizzo – se ne va un amico caro. Porto le più sentite condoglianze a nome della Federazione di Roma e di tutto il Partito Comunista che si stringe attorno alla famiglia”. Claudio Puoti era Medico Epatologo e Gastroenterologo, Claudio Puoti era responsabile del Centro di Epatologia dell’Istituto INI di Grottaferrata (Roma). Inoltre era docente all’università UniCamillus.

Il medico aveva partecipato come volontario ai trial di sperimentazione sul vaccino anti covid che si tennero allo Spallanzani di Roma.“La sola speranza risiede nell’arrivo di un vaccino che risponda ai criteri di sicurezza, tollerabilità ed efficacia” scriveva Puoti nel sito dell’UniCmillus il 22 ottobre del 2020. “Ho chiesto di partecipare volontariamente, accettando la somministrazione del vaccino sperimentale e l’inoculazione della proteina di superficie virale “spike” veicolata da un adenovirus”. Per il medico non si trattava di coraggio, eroismo o incoscienza: “Piuttosto è un misto di curiosità scientifica, di dovere verso la collettività, di consapevolezza che è il singolo al servizio dell’insieme e non viceversa, di coscienza che qualcuno deve comunque iniziare ed aprire la strada agli altri”. 

Fonte: Gasp News – Foto: Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.